Per chi si trova nella necessità di vendere rapidamente un mobile antico, il consiglio principale è di rivolgersi esclusivamente a professionisti del settore, evitando il fai da te che comporta molti rischi.

 

Solo gli operatori dell’antiquariato che svolgono quotidianamente compravendita di mobili antichi hanno l’esperienza e le competenze giuste per stimare correttamente un pezzo e valorizzarlo al meglio, aumentando la velocità della vendita. Sono in grado di proporlo ai propri clienti affezionati e a una vasta rete di contatti consolidata.

 

Affidandosi direttamente a loro si ha la certezza di ottenere risultati in tempi brevi, senza doversi preoccupare di trovare l’acquirente ideale e condurre personalmente la trattativa. Inoltre, se il pezzo risultasse di particolare pregio, potranno proporlo alle aste e a mercanti d’arte internazionali.

 

Al contrario, agendo da venditori occasionali e non specializzati si rischia di sottovalutare il mobile e non saperlo piazzare adeguatamente, allungando i tempi per concludere l’affare. Imparare come vendere mobili antichi velocemente significa dunque rivolgersi semplicemente a chi questo mestiere lo fa da anni con professionalità e dedizione.

 

Come vendere mobili antichi: valutazione e fotografie di qualità

Per vendere correttamente mobili antichi e di valore è necessario adottare alcune accortezze. Innanzitutto è fondamentale una valutazione il più possibile attendibile basata su perizia o parere di esperti del settore. Solo professionisti qualificati, infatti, possono stabilire l’effettivo valore di mercato di mobili d’epoca, tenendo conto di fattori come lo stato di conservazione, i materiali originali, le firme dell’ebanista.

 

Altrettanto importante è realizzare fotografie professionali da inserire negli annunci. Gli scatti devono mettere in risalto tutti i dettagli costruttivi e artistici dell’arredo, focalizzandosi anche su eventuali segni distintivi, per dare al compratore tutte le informazioni utili alla decisione di acquisto.

 

Le immagini devono anche essere nitide e ben illuminate, preferibilmente accompagnate da un piano con le principali misure. Anche le riprese ravvicinate di intarsi, finiture, parti particolarmente decorate risultano utili a far apprezzare appieno le qualità del mobile d’epoca posto in vendita.

 

Con queste accortezze nella valutazione e nella fase promozionale, è possibile massimizzare le chance di vendita di veri e propri pezzi di antiquariato, ancora ricercati da collezionisti ed estimatori di mobili d’epoca. Non va sottovalutato l’importante ruolo di una corretta descrizione testuale dell’articolo, dove indicare lo stile, l’epoca e le principali caratteristiche costruttive per certificarne l’autenticità.

 

È consigliabile inoltre descrivere la storia del mobile per aumentarne il fascino agli occhi dei potenziali acquirenti, amanti del collezionismo d’antiquariato. Per vendite importanti, infine, può essere utile richiedere una perizia prestata da un professionista accreditato, da esibire per dimostrare la provenienza e garantire la qualità del pezzo proposto.

 

Come vendere un mobile antico: pubblicazione mirata sui migliori canali

Per massimizzare le possibilità di vendita di un mobile antico, è fondamentale scegliere i canali più idonei per la pubblicazione dell’annuncio. Uno dei metodi migliori è quello di rivolgersi alle principali fiere di antiquariato e mercanti d’arte attivi nel settore degli arredi d’epoca. Queste realtà dispongono infatti di un’ampia rete di contatti consolidata con collezionisti ed amanti del mobile antico.

 

Per opere di particolare pregio, si possono sfruttare i canali delle case d’aste online e tradizionali, che assicurano visibilità a livello globale. Infine, per creare interesse attorno al mobile, è consigliabile pubblicare l’annuncio anche su gruppi dedicati all’antiquariato, dove è possibile entrare in contatto diretto con altri appassionati.

 

Con una strategia mirata rivolta ai giusti circuiti, si possono ottimizzare le chances di incontrare acquirenti disponibili a riconoscere il reale valore del mobile antico in vendita.

 

Come fare per vendere mobili antichi: rivolgersi a un antiquario

Per chi desidera cedere un mobile antico nel modo più redditizio possibile, rivolgersi a un antiquario professionista può rappresentare un’ottima soluzione. Gli antiquari, grazie alla loro pluriennale esperienza nella compravendita mobili antichi, possiedono infatti le competenze per attribuire correttamente il valore di un arredo d’epoca. Sanno valorizzarne le qualità artistiche e le caratteristiche storico-costruttive al meglio.

 

Inoltre, possono proporre il pezzo ai propri contatti e clienti, spesso collezionisti dall’occhio esperto, aumentando così la platea potenzialmente interessata all’acquisto. La loro professionalità si esprime anche nel gestire al meglio esposizione, contrattazione e aspetti burocratici.

 

Affidandosi all’antiquario, il proprietario è inoltre sollevato da oneri organizzativi e può contare su previsioni generalmente più vantaggiose rispetto alla vendita privata. Rivolgersi dunque a operatori qualificati del settore degli arredi antichi aiuta ad ottimizzare tempi e modi della compravendita mobili antichi, massimizzando al contempo le possibilità di realizzare un guadagno.